News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 565 del 4/5/2007

saharawi, soddisfazione per la decisione onu

vaccari: “garantire l’autodeterminazione”

Garantire il diritto all’autodeterminazione del popolo del Sahara occidentale. Lo ha ribadito nei giorni scorsi all’unanimità il Consiglio di sicurezza dell’Onu e questa decisione viene commentata con soddisfazione dall’assessore provinciale Stefano Vaccari che lo scorso anno ha guidato una delegazione di amministratori modenesi nel territorio del Tindouf, nel deserto sahariano, per partecipare alle celebrazioni del 30° anniversario della proclamazione della Repubblica araba Saharawi democratica (Rasd). Da dieci anni la Provincia di Modena è legata da un patto di amicizia con la Provincia Saharawi di El Ayoun.

L’assessore Vaccari sottolinea, inoltre, che l’Onu ha chiesto di aprire un negoziato, proprio sotto l’egida delle Nazioni Unite, tra il governo marocchino e il Fronte Polisario in rappresentanza del popolo saharawi considerato ex colonia che «ci auguriamo possa presto portare a una soluzione positiva di una situazione che si trascina ormai da troppo tempo».

La mozione dell’Onu ha permesso anche di prolungare la missione di 220 caschi blu schierati nel Sahara Occidentale. La regione, ricca di risorse minerali è sempre stata oggetto di conflitto da quando venne annessa dal Marocco nel 1975, dopo l’abbandono da parte degli spagnoli. Migliaia sono i cittadini Saharawi esiliati che da anni vivono nei campi profughi allestiti dalla Croce Rossa e da varie organizzazioni internazionali presso Tindouf, in territorio algerino, al confine con il Marocco.

Ogni anno molti bambini e ragazzi sono ospiti di associazioni di solidarietà e di famiglie modenesi per periodi di vacanze nel corso dei quali sono previsti anche controlli sanitari, oltre alla partecipazione ad attività culturali e ricreative.

Due settimane fa, in occasione della visita a Roma del segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon, anche il ministro degli esteri  Massimo D’Alema si era espresso sull’argomento ricordando come l’Italia abbia da sempre sostenuto le risoluzioni delle Nazioni Unite in materia di autodeterminazione del popolo Saharawi.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
4/5/2007
Numero
565
Ora
15
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: venerdý 4 maggio 2007
data di modifica: venerdý 4 maggio 2007