Temi

Bilancio e politiche finanziarie

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 574 del 6/12/2019

Bilancio\4 - L'Assemblea dei Sindaci approva
nodo viabilità, ma serve una riforma della Provincia

La Provincia rimane un punto di riferimento, soprattutto per i Comuni più piccoli, ma ora serve una nuova riforma per restituire all'ente una maggiore autonomia a finanziaria e garantire più risorse soprattutto sulla viabilità.

E' questo il parere contenuto in gran parte degli interventi all'Assemblea dei sindaci modenesi che venerdì 6 dicembre ha approvato  il bilancio 2020-2022 della Provincia di Modena.

Il dibattito è stata l'occasione anche per fare il punto sui problemi del territorio provinciale legati alla viabilità.

Gian Carlo Muzzarelli, sindaco di Modena, ha evidenziato il nodo dei collegamenti congestionati con la città, la necessità di risolvere il problema del ponte dell'Uccellino per evitare le chiusure durante le piene e l'impegno della Provincia sulla mobilità dolce.

Tutti i sindaci dell'Appennino hanno posto al centro degli interventi i problemi legati al dissesto che, come ha evidenziato Gian Battista Pasini, sindaco di Lama Mocogno, penalizza la competitività dei territori; problemi ripresi da Luciano Biolchini, sindaco di Pavullo, e Corrado Ferroni, sindaco di Pievepelago, che hanno posto l'accento anche sul nodo irrisolto dell'attraversamento di Pavullo.

Per quanto riguarda l'area nord, il sindaco di Concordia Luca Prandini ha sottolineato «l'impegno della Provincia sulle scuole, ma serve un maggiore investimento sulla manutenzione delle strade provinciali con una attenzione ai collegamenti ciclabili provinciali per sviluppare il turismo».

Michele Goldoni, sindaco di San Felice, che con Alberto Greco, sindaco di Mirandola, ha votato contro al bilancio, ha chiesto un incontro alla Provincia con tutti i sindaci del territorio per discutere dei problemi della viabilità dell'area nord.

Francesco Menani, sindaco di Sassuolo, ribadendo il ruolo centrale della Provincia e il fallimento della riforma Delrio, ha posto l'accento sulla necessità di ampliare l'istituto Formiggini e di migliorare i collegamenti tra il distretto ceramico, l'Appennino e il territorio reggiano.

La sindaca di Campogalliano Paola Guerzoni, infine, ha sottolineato il temi dell'edilizia scolastica, non solo superiore, per far fronte all'aumento delle iscrizioni e della mobilità dolce.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
6/12/2019
Numero
574
Ora
13
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: venerdý 6 dicembre 2019
data di modifica: lunedý 16 dicembre 2019