News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 1276 del 21/11/2002

decentramento del catasto nei comuni dell’area nord
enti locali modenesi a roma, "sbloccare la situazione"

Tutti i Comuni modenesi dell’area nord chiedono che il decentramento del catasto possa partire al più presto. La richiesta è stata confermata alla Commissione Finanze della Camera nel corso di un incontro che si è svolto mercoledì 20 novembre a Roma.

La posizione modenese è stata illustrata da Maurizio Maletti, assessore provinciale alla Programmazione, che ha sottolineato come gli enti locali "sono pronti ad avviare l’esperimento non appena l’Agenzia del territorio avrà risolto alcuni problemi organizzativi legati al personale. L’iniziativa garantirà meno code e la possibilità di effettuare una visura catastale negli uffici del proprio Comune".

All’incontro, richiesto dall’Anci dell’Emilia Romagna, ha partecipato anche il sindaco di Concordia Ivano Mantovani, in rappresentanza dei nove Comuni dell’area nord che di recente hanno sottoscritto un’intesa per avviare la sperimentazione.

Il presidente della Commissione Giorgio La Malfa ha dichiarato l’impegno a rimuovere gli ostacoli per l’avvio dell’iniziativa.

Il catasto ai Comuni è il primo passo per arrivare ad avere un unico Ufficio Entrate per tutti i Comuni dell'Area Nord.

Maletti ha confermato che sono previste sperimentazioni per l’ambito "carpigiano" (che comprende Carpi, Novi, Soliera e Campogalliano) e per l’ambito che raccoglie i Comuni di Formigine, Fiorano, Maranello e Serramazzoni.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
21/11/2002
Numero
1276
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: giovedý 21 novembre 2002
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005