News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 644 del 14/06/2002

lavoro, con la rete meno burocrazia per gli avviamenti
pratiche assunzione sbrigate in 5 minuti anziché in 4 ore

Da quattro ore a cinque minuti per il disbrigo delle pratiche burocratiche per l’assunzione dei lavoratori dipendenti. È questo l’effetto principale che sarà prodotto da una sperimentazione pilota per il trasferimento in via telematica ai Centri per l’impiego (ex uffici di collocamento) dei dati dei lavoratori dipendenti avviati al lavoro. L’iniziativa rientra in un progetto che vede la sinergica collaborazione tra assessorato al Lavoro della Provincia di Modena, Comitato unitario delle professioni e Consiglio provinciale dei Consulenti del lavoro. L’intesa è stata siglata nella sede della Provincia di Modena venerdì 14 giugno.

Il progetto pilota ha come obbiettivo la definizione delle modalità di trasferimento dati ai Centri per l’impiego attraverso la rete dai datori di lavoro, associazioni di categoria, consulenti del lavoro, società interinali.

Nel modenese annualmente le pratiche amministrative relative alle comunicazioni tra aziende e Centri per l’impiego superano le 110 mila unità di cui 50 mila riguardano gli avviamenti , 50 mila le cessazioni e oltre 10 mila le trasformazioni e proroghe.

"Questo progetto – spiega Giorgio Razzoli, assessore al Lavoro della Provincia di Modena - rappresenta un importante momento di contatto tra pubblico e mondo delle professioni: siamo convinti che l’esigenza di tutelare e valorizzare i saperi professionali sia un imperativo sempre più avvertito nell’economia moderna e nella società della qualità. La competizione non può essere, infatti, basata solo sui capitali ma anche sul talento e sulla valorizzazione del sapere".

Nello specifico il progetto prevede di semplificare la trasmissione della documentazione relativa a movimentazione del personale dipendente e variazioni intervenute nel rapporto nonché di definire una nuova modalità ad hoc ed estendere le procedure adottate in via sperimentale al maggior numero di Consulenti del lavoro. Numerosi i vantaggi finali: tempi di esecuzione ridotti fino al 70 per cento delle attività di data entry per i Centri, coerenza ed omogeneità dei linguaggi, riduzione dei margini di errore, trasmissione di informazioni corrette, coerenti e tempestive. Gli avvisi di assunzione, cessazione, trasformazione e proroga dei rapporti di lavoro fino ad oggi vengono comunicati ai Centri per l’impiego tramite raccomandata, fax o visita diretta: ogni singola comunicazione previamente firmata dagli uffici competenti deve pervenire al Centro per l’impiego entro cinque giorni dall’avvenuta assunzione.

"Il percorso avviato con questa sperimentazione – aggiunge Giorgio Razzoli - va nella direzione della modernizzazione dei nostri servizi nell’interesse dei cittadini e degli utenti professionali. Per il futuro se, come pensiamo, la sperimentazione darà esiti positivi contiamo di estenderla ad altri soggetti – innanzitutto associazioni di categoria e grandi aziende – affinché l’impatto di semplificazione del progetto risulti davvero utile ed efficace". Infatti si stima che la riduzione consistente delle attività amministrative a carico dei Centri per l’impiego possa consentire di destinare più tempo all’erogazione di servizi di politiche attive per il lavoro.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
14/6/2002
Numero
644
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: venerdý 14 giugno 2002
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005