News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 1253 del 15/11/2002

concordia, sabato 16 novembre apre il primo eurodesk
è un servizio per i giovani sulle politiche comunitarie

Uno sportello informativo per fornire ai giovani tutte le informazioni sulle opportunità offerte della Comunità europea. Si chiama Eurodesk e inaugura sabato 16 novembre nella biblioteca comunale di Concordia.

Il nuovo servizio è dedicato soprattutto a favorire la conoscenza sulle politiche comunitarie per i giovani e sarà un punto di riferimento dei Comuni dell’area della bassa pianura modenese. Il servizio, in una prima fase sperimentale, è aperto ai giovani il martedì e il giovedì (dalle 15 alle 19) e il sabato mattina (dalle 9 alle 13).

"Si tratta di uno strumento che vuole avvicinare i giovani all’Europa" afferma Giorgio Razzoli, assessore alle Politiche sociali della Provincia, mentre per Paolo Negro, vice sindaco di Concordia, "lo sportello favorirà la partecipazione ai programmi comunitari attraverso un servizio di consulenza sulle diverse opportunità previste per i giovani".

Lo sportello fa parte della rete europea Eurodesk, un progetto che rientra nelle strategie previste dal "Libro bianco sulla gioventù" adottato dalla commissione europea per favorire le azioni a favore dei giovani.

Libro bianco e la rete Eurodesk sono anche i temi al centro di un convegno in programma per sabato 16 novembre a Concordia (sala consiliare dalle 9 alle 19). Oltre agli interventi degli amministratori ed esperti locali, sono previsti i contributi dei responsabili di alcune esperienze europee in Germania, Francia, Estonia e Svizzera.

Il progetto Eurodesk è realizzato con il supporto della Commissione Europea e dell'Agenzia nazionale italiana gioventù (ministero del lavoro e delle Politiche sociali), del Dipartimento delle politiche sociali e previdenziali, della Direzione generale per il volontariato, l'associazionismo sociale e le politiche giovanili.

Eurodesk fornisce informazioni sui programmi europei rivolti ai giovani nei settori della cultura, della formazione, del lavoro, della mobilità giovanile e del volontariato. La rete è costituita da circa 350 punti di informazione locale (di cui 85 in Italia) ed è coordinata a livello europeo da un Centro Risorse di a Bruxelles. A loro volta, le reti nazionali (per la grande parte gestiti direttamente dai rispettivi Ministeri alla Gioventù) fanno riferimento a strutture di coordinamento nazionali.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
15/11/2002
Numero
1253
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: venerdý 15 novembre 2002
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005