News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2002 · Pari opportunitÓ

Comunicato stampa N° 235 del 06/03/2002

festa della donna, prosegue la mostra "caro bambino"
le fotografie di padri e figli della svedese ulla lemberg

Prosegue (fino a domenica 17 marzo) nelle sale del palazzo della Provincia (viale Martiri della Libertà 34 a Modena) l’esposizione "Caro bambino", ritratti della fotografa svedese Ulla Lemberg dedicata a uomini, bambini ed uguaglianza di genere in Svezia.

L’esposizione – organizzata, nell’ambito delle celebrazioni dell’8 marzo 2002, dagli assessorati provinciali alle Pari opportunità e alle Politiche sociali della Provincia di Modena in collaborazione con lo Svenska Institutet di Stoccolma – è visitabile tutti i giorni, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18: ingresso gratuito.

"Caro bambino"(il cui sottotitolo è "uomini, bambini ed uguaglianza di genere in Svezia) comprende una cinquantina di fotografie quasi tutte a colori (sette sono in bianco e nero) che ritraggono uomini (soprattutto padri) insieme a bambini (figli nipoti) affiancate anche da una serie di immagini di soldati svedesi delle Nazioni Unite in Bosnia ritratti insieme ad orfani.

Attraverso alle immagini esposte la Lemberg rende omaggio al mutamento culturale nella gestione della famiglia rappresentato dai "figli del movimento delle donne" partecipando al contempo al dibattito (ancora incorso) sull’uguaglianza di genere.

Ulla Lemberg, da trent’anni professionista della fotografia, nel 1970 fu la prima donna ad essere assunta come fotografa presso l’Aftonbladet, principale quotidiano svedese. Autrice di libri e di mostre, annovera tra le sue esposizioni anche "Donne nel mondo" presentata presso il Museo del lavoro di Norrköping che attrasse tra, il 1995 e il 1996, oltre 200 mila visitatori.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
6/3/2002
Numero
235
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: mercoledý 6 marzo 2002
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005