News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2002 · Formazione

Comunicato stampa N° 129 del 11/02/2002

formazione professionale, al via quasi 10 milioni di euro \ 1
bergianti: "promuovere l’innovazione nelle imprese"

E’ di quasi dieci milioni di euro, sugli oltre 12 previsti per tutto l’anno, il valore del primo bando del 2002 della formazione professionale predisposto dalla Provincia di Modena sulla base del Programma triennale aggiornato proprio nei giorni scorsi. Le risorse del Fondo sociale europeo messe a disposizione ammontano a nove milioni e 512 mila euro (18 miliardi e 418 milioni di lire). Le prime scadenze per la presentazione dei progetti sono fissate al 12 marzo. Tutte le attività, comunque, dovranno iniziare entro ottobre (informazioni: tel. 059\20.95.67).

I contenuti del bando, disponibile anche sul sito della Provincia (www.formazione.provincia.modena.it) tengono conto delle recenti modifiche dello scenario economico "per rispondere alle esigenze espresse e ai fabbisogni ricorrenti delle imprese e dei lavoratori, ma anche alle necessità non ancora evidenti per anticipare la domanda e promuovere l’innovazione" spiega Claudio Bergianti, assessore provinciale alla Formazione professionale e all’istruzione sottolineando la priorità assegnata alla formazione superiore, a quella sul lavoro e alla formazione iniziale, soprattutto per le fasce deboli.

www.provincia.modena.it"Lo sviluppo del sistema imprenditoriale locale - aggiunge Bergianti - richiede una crescita complessiva della cultura d’impresa che, in un tessuto di piccole e medie imprese, significa, per esempio, migliorare modelli gestionali e organizzativi, facilitare la creazione di reti orizzontali e verticali nelle filiere produttive, promuovere l’imprenditorialità, sostenere comportamenti volti a diffondere la cultura della sicurezza".

Un’attenzione particolare, appunto, è riservata al tema della sicurezza sul lavoro. In particolare nella formazione continua, sono individuati come elementi di qualificazione dei progetti la previsione di moduli relativi all’adeguamento delle competenze tecnico professionali e trasversali orientate alla diffusione di una cultura e di comportamenti organizzativi improntati alle logiche di prevenzione.

Nell’ambito della priorità trasversale assegnata alle politiche di genere e alle pari opportunità, invece, sempre nella formazione continua verranno privilegiate le proposte finalizzate a promuovere la partecipazione femminile ai percorsi di formazione aziendale.

Altre azioni sono dedicati alla qualificazione del sistema della formazione professionale con attività di "formazione dei formatori" e azioni per migliorare le funzioni di programmazione, valutazione, monitoraggio e controllo.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
11/2/2002
Numero
129
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: lunedý 11 febbraio 2002
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005