News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2002 · Edilizia

Comunicato stampa N° 684 del 25/06/2002

osservatorio appalti: giovedì 27 giugno report annuale
8 appalti su 10 alle ditte locali: lavori per 58 milioni di euro

Nel modenese otto appalti su dieci sono affidati a imprese locali le quali si aggiudicano il 45 per cento (58 milioni di euro) del valore complessivo dei lavori appaltati che ammonta a quasi 129 milioni di euro.

Sono questi alcuni dei dati contenuti nel rapporto annuale dell’Osservatorio provinciale appalti pubblici che si occupa del monitoraggio aggiudicazioni dei lavori nel modenese. Giovedì 27 giugno, alle 15 nella sede dei Promo (viale Virgilio 55 a Modena), il report sarà presentato alle associazioni imprenditoriali, sindacati, enti previdenziali e amministrazioni pubbliche.

Dei 446 appalti monitorati nel corso del 2001 ben 365 (il 82 per cento) sono stati assegnati a ditte modenesi mentre a livello regionale, secondo quanto rilevato dall’agenzia Quasap è solo del 13,3 per cento il valore delle aggiudicazioni alle imprese made in Modena sul complesso dei lavori effettuati in Emilia Romagna.

"Questo settore – commenta Andrea Casagrande, assessore ai Lavori pubblici della Provincia di Modena - conserva una buona capacita occupazionale anche per il numero e gli importi dalle aggiudicazioni di appalti in lavori pubblici. Le aziende locali di settore stanno consolidando la capacità imprenditoriale nella partecipazione alle gare confermando i buoni risultati ottenuti negli anni precedenti in presenza di un mercato fortemente competitivo".

Tra i dati raccolti dall’Osservatorio appalti emerge che nel settore edile la mobilità è molto marcata: solo poco più del 50 per dei lavoratori dipendenti, da un anno altro, continua a prestare attività presso la stessa azienda la media provinciale complessiva della forza lavoro dipendente che annualmente migra da una azienda all’altra si attesta su un terzo della forza lavoro complessiva. Nel 2001, la mobilità, in tutti i settori merceologici ha interessato 52.666 i lavoratori che hanno cambiato datore di lavoro.

Nel settore ristretto delle costruzioni sono attive 3.863 imprese: solo 1.402 con dipendenti (fonte Inps) se si escludono le imprese installazioni di servizi nei fabbricati e quelle dei lavori di completamento degli edifici. Il dato evidenzia che solo il 36 per cento delle imprese occupa dipendenti, mentre le altre sono costituite da singoli lavoratori autonomi, formalmente senza dipendenti. Lo scorso anno il numero degli occupati è aumentato nel settore edile di 338 unità in maggior parte lavoratori extracomunitari.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
25/6/2002
Numero
684
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: martedý 25 giugno 2002
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005