News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2002 · Alimentazione

Comunicato stampa N° 522 del 16/05/2002

modena, sabato 18 maggio "il palio della formaggia"
ben 800 metri di corsa con in spalla forma di parmigiano

Al via la prima "Olimpiade" del Parmigiano Reggiano. Ottocento metri di corsa portando in spalla una forma di Parmigiano di oltre trentacinque chilogrammi: a sfidarsi in questa singolare tenzone, ci saranno oltre i "garzoni dei caseifici" (come vuole la tradizione) anche atleti di rugby, calcio, judo... tutti però al "soldo" dei caseifici.

Sabato 18 maggio a Modena si svolgerà nell’area del parco Novi Sad, a partire dalle ore 15, la prima edizione del "Palio della Formaggia", manifestazione promozionale di carattere sportivo-gastronomico: l’iniziativa – organizzata da Dante Cigarini e Enrico Belgrado di Altri Eventi – realizzata in maniera sinergica dal Provincia di Modena, dal Consorzio del Parmigiano e dal Comune di Modena. Per informazioni è possibile consultare il sito internet all’indirizzo www.paliodellaformaggia.it oppure telefonare al numero 347-7672450.

Le atlete dell’EdisonTel Volley Modena saranno presenti all’iniziativa di promozione del prodotto tipico: oltre alla gara, per tutto il pomeriggio nell’area del Parco Novi Sad si svolgeranno iniziative di intrattenimento per bambini (spettacoli di burattini e clown) e adulti.

Se la mente, il cuore e l'anima del caseificio era il "casaro" - con il suo carisma e la sua esperienza - il braccio era senz’altro il garzone, un giovanotto che si contraddistingueva per forza fisica e agilità che aveva il compito di "voltare" periodicamente le forme di formaggio. La leggenda dice che molti garzoni avevano "il nervo doppio" a causa delle continue abluzioni delle braccia nel siero del latte vaccino.

"Un modo semplice ma incisivo di promuovere un prodotto gastronomico- sottolinnea Enrico Corsini assessore all’Agricoltura e alimentazione della Provincia di Modena - al di la delle parole e degli slogan pubblicitari. L'idea originale è di valorizzare il Parmigiano Reggiano quale straordinario patrimonio gastronomico, storico e culturale che è universalmente riconosciuto unico al mondo".

Ma perché Formaggia e non Formaggio? Nella tradizione popolare il Parmigiano-Reggiano è "la forma" o "la furmaja", sposa ideale di altri prodotti tipici quali il lambrusco e l’Aceto balsamico tradizionale di Modena.

Infatti si tratta di una festa di piazza (itinerante, visto che sarà proposta anche nelle piazze delle altre province di produzione) che ha l'obiettivo di promuovere e far conoscere l'arte casearia, i suoi prodotti, i suoi costumi e le sue tradizioni nei vari Comuni della provincia di Modena e nelle province di Bologna (Nord Reno), Reggio Emilia, Parma e Mantova (Sud Po). Caratteristica peculiare, e momento culminante del la manifestazione,è la "distribuzione gratuita" al pubblico di scaglie di Parmigiano-Reggiano. I caseifici che aderiranno alla manifestazione allestiranno uno spazio mercato all'interno dell'area della manifestazione.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
16/5/2002
Numero
522
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: giovedý 16 maggio 2002
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005