News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2002 · Agricoltura

Comunicato stampa N° 1354 del 16/12/2002

modena, mercoledì 18 dicembre tavola rotonda
sulla flavescenza dorata, una fitopatologia della vite

"La Flavescenza dorata e il Legno nero della vite: la situazione in provincia di Modena e prospettive di difesa". È questo il tema della tavola rotonda che sis volgerà mercoledì 18 dicembre, a partire dalle ore 9, presso la Sala C di Palazzo Europa (via Emilia Ovest 101 a Modena).

L’iniziativa - organizzata dall’assessorato Agricoltura e alimentazione della Provincia di Modena e dal Consorzio fitosanitario provinciale modenese -sarà l’occasione per illustrare i risultati delle attività realizzate dal Consorzio fitosanitario tentando di fare un bilancio e di delineare le possibili linee di intervento e di prevenzione di malattie che stanno creando crescenti difficoltà per un’economica gestione dei vigneti. Si parlerà anche di sanità del materiale di moltiplicazione: un aspetto sempre più importante per un’efficace controllo e prevenzione della flavescenza dorata e delle altre malattie da fitoplasmi.

Per il secondo anno consecutivo, i viticoltori modenesi hanno attuato le misure di lotta obbligatoria contro la Flavescenza dorata disposte dal servizio fitosanitario regionale che ha dichiarato "zona focolaio" tutto il territorio delle province di Modena, Reggio Emilia, Parma e Piacenza.

"Il programma di lotta insetticida contro il vettore basato sull’effettuazione di due trattamenti specifici – spiegano i tecnici del Consorzio Fitosanitario di Modena - ha dato buoni risultati ed ha consentito di evitare la diffusione di questa pericolosa malattia che, ad oggi, ha fatto registrare solo sette focolai. Però sono in aumento in molti vigneti le manifestazioni di "giallume della vite" per i quali i viticoltori chiedono sempre più insistentemente una spiegazione".

Accanto al proseguimento dell’attività di monitoraggio del territorio per accertare nuovi focolai di Flavescenza dorata, il Consorzio Fitosanitario ha attuato nel corso del 2002 un’indagine specifica per individuare altri possibili patogeni (fitoplasmi) responsabili dei fenomeni di deperimento della vite, nonché i loro potenziali vettori: il tutto per definire una valida strategia di prevenzione. Le attività svolte rientrano nel programma triennale di monitoraggio promosso dall’assessorato provinciale Agricoltura, dalle Cantine sociali e private, dalle organizzazioni professionali e dei produttori, dal Consorzio di tutela del Lambrusco.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
16/12/2002
Numero
1354
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: lunedý 16 dicembre 2002
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005