News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2002 · Agricoltura

Comunicato stampa N° 1336 del 11/12/2002

prignano, in località lezza nuova frana minaccia sp 32
si lavora per evitare danni all’acquedotto del dragone

Un consistente movimento franoso si è attivato nei pressi della località Lezza Nuova, in Comune di Frassinoro. Il corpo della frana – con un fronte di circa 300 metri di larghezza - sta scendendo a valle in direzione della strada provinciale Sp 32 che dista oramai soli 30 metri: la massa di terra sta minacciando anche una condotta idrica principale del Consorzio intercomunale "Acquedotto del Dragone".

Se la frana dovesse interessare la strada provinciale 32 – interrompendola come già accadde nel 1998 – si creerebbero notevoli disagi per il comune di Frassinoro e tutte le comunità dell’alto Appennino modenese occidentale. Infatti, oggi la provinciale Sp 32 costituisce l’unica via di collegamento tra Montefiorino e Passo delle Radici dopo la chiusura, a causa di un’altra frana, della Sp 486.

Il movimento è costantemente monitorato dai tecnici della Viabilità della Provincia di Modena, mentre gli operatori del servizio tecnico di bacino della Regione Emilia Romagna (ex Genio civile) stanno continuamente alleggerendo con le ruspe il carico di terra che si deposita sulle condotte idriche. Una rottura potrebbe causare l’interruzione momentanea del rifornimento di acqua dei Comuni di Montefiorino, Palagano, Polinago, Serramazzoni, Prignano e in parte di Pavullo e Lama Mocogno.

La frana che si muovendo in queste ore, sta percorrendo lo stesso tragitto di quella che nel 1998 spaccò in due la Sp 32 provocando un danno all’infrastruttura viaria di oltre 300 mila euro.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
11/12/2002
Numero
1336
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: mercoledý 11 dicembre 2002
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005