News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 700 del 2/12/2013

lupo\ 2 - specie protetta ritorna in appennino
"schivo e diffidente, non c'è pericolo per l'uomo"

«Non ci sono pericoli per l'uomo dovuti alla presenza del lupo, animale schivo e diffidente difficile anche solo da avvistare. Infatti in tutta Europa non sono documentati attacchi all'uomo». Lo afferma Davide Pagliai, esperto  faunistico della Provincia di Modena, che da alcuni anni segue le ricerche dedicate al ritorno del lupo nell'Appennino modenese.

Dopo un'estinzione durata decenni, il lupo ha ripopolato l'Appennino modenese. Negli ultimi anni è stata individuata la presenza di alcuni nuclei nell'area alto-collinare della provincia (da Zocca a Pavullo fino a Prignano).

A questi gruppi si aggiungono altri esemplari, più difficili da quantificare, che transitano per periodi più o meno lunghi nel territorio modenese senza però insediarsi stabilmente.

E' una specie protetta e oggetto di studi e ricerche finanziati dall'Unione europea.

«Dal punto di vista della ricchezza faunistica - spiega Pagliai - il ritorno del lupo è una buona notizia e rappresenta un segnale positivo dello stato di salute del nostro Appennino. Il lupo non è pericoloso per l'uomo e si ciba prevalentemente di caprioli e cinghiali, svolgendo quindi anche una funzione di riequilibrio faunistico. Gli assalti a ovini e caprini spesso vengono effettuati anche da cani inselvatichiti o non adeguatamente custoditi».

In altre zone italiane dove la pastorizia e maggiormente sviluppata e la presenza del lupo più consistente, l'impiego di cani addestrati alla guardia e di solide recinzioni ha migliorato la situazione. Iniziative che la Provincia sta sostenendo anche attraverso specifici contributi agli allevatori.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
2/12/2013
Numero
700
Ora
17
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: lunedý 2 dicembre 2013
data di modifica: lunedý 2 dicembre 2013