News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 544 del 25/9/2013

caccia, 300 controlli della provincia e sei sanzioni
per il mancato rispetto delle distanze di sicurezza

Nelle prime tre giornate (il 15, 19 e 22 settembre) di apertura della caccia alla selvaggina stanziale, come lepri e fagiani, Polizia provinciale e Guardie volontarie hanno effettuato oltre 300 controlli con sei sanzioni, tutte per la violazione delle distanze di sicurezza da abitazioni o strade.

«Quello delle distanze - sottolinea Emanuela Turrini, comandante della Polizia provinciale - resta il problema principale. Anche se la maggior parte dei cacciatori si comporta correttamente, ancora troppi non rispettano le regole, creando un forte disagio tra i cittadini che durante la stagione venatoria spesso si rivolgono a noi per segnalare gli abusi».

Le segnalazioni (arrivate al numero 059 209525 attivo dalle 6,30 alle 18,30) riguardano soprattutto le zone tra Castelfranco Emilia, Spilamberto e Nonantola, molto frequentate dai cacciatori e caratterizzate da un'alta densità di abitazioni.

Nel caso di mancato rispetto delle distanze di sicurezza (100 metri dalle abitazioni, 50 dalle strade e 150 quando si spara in direzione di una abitazione o strada) prevista una sanzione amministrativa di 206 euro.

Sul corretto svolgimento dell'attività venatoria (i cacciatori nel modenese sono quasi cinque mila) sono impegnati in tutto 22  agenti del Corpo di Polizia della Provincia a cui si aggiungono, soprattutto in montagna, il Corpo Forestale dello Stato e alcuni nuclei composti complessivamente da oltre 70 volontari tra Gev, Gel, guardie delle associazioni ambientaliste e venatorie e le tre guardie venatorie degli Atc.

«Quello dei volontari - sottolinea il comandante Turrini - rappresenta un contributo fondamentale per assicurare un sempre più efficace controllo sull'attività venatoria. Un contributo che quest'anno abbiamo intensificato grazie anche a un più efficiente coordinamento dell'attività».

La caccia alla stanziale prosegue con le ultime due giornate fisse, giovedì 26 e domenica 29 settembre; dalla prossima settimana i cacciatori potranno scegliere tre giorni di caccia dal lunedì alla domenica (esclusi martedì e venerdì quando scatta il silenzio venatorio). Dal 1 ottobre, inoltre, i cacciatori possono scegliere altre due giornate, ma solo per la caccia da appostamento alla fauna migratoria. Lunedì 30 settembre, inoltre, la caccia chiude alle 13.

La caccia collettiva al cinghiale apre il 1 ottobre, mentre il 5 ottobre parte la caccia di selezione al cervo maschio.

 

 

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
25/9/2013
Numero
544
Ora
13
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: mercoledý 25 settembre 2013
data di modifica: mercoledý 25 settembre 2013