News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa

Comunicato stampa N° 1221 del 23/11/2009

zocca, inaugurata la rotatoria di monteombraro
partirà un intervento lungo la strada di samone

«Dopo aver aperto una settimana fa il nuovo ponte di Valoria a Frassinoro, ora inauguriamo questa rotatoria che consente la messa in sicurezza di un incrocio particolarmente pericoloso. E' il segno concreto dell'impegno della Provincia nei confronti della viabilità in montagna». Lo ha affermato Emilio Sabattini, presidente della Provincia di Modena, inaugurando sabato 21 novembre a Zocca la rotatoria all'incrocio con tra la provinciale 623 del passo Brasa e la provinciale 25 che conduce a Monteombraro.

Alla cerimonia hanno partecipato anche Egidio Pagani, assessore provinciale alle Infrastrutture, Carlo Leonelli, sindaco di Zocca, Monica Amici, sindaco di Guiglia, Livio Degli Esposti consigliere provinciale della Lega nord, e Ledo Leonelli, direttore dell'istituto agrario Spallanzani di Monteombraro (gli studenti della scuola cureranno il verde e la manutenzione della rotatoria). 

Costata 410 mila euro, l'opera è larga oltre 20 metri con due piazzole per la sosta dei mezzi di linea.

Durante l'inaugurazione il sindaco Leonelli ha sottolineato l'importanza della rotatoria «perché mette in sicurezza un incrocio pericoloso situato in prossimità di una curva con scarsa visibilità, dove si sono verificati incidenti anche gravi» e ha concluso sollecitando un intervento sulla vicina provinciale di Samone, danneggiata da uno smottamento la scorsa primavera.

A questo proposito Pagani ha annunciato che «il progetto esecutivo è quasi pronto, ma dobbiamo prima chiudere alcuni piccoli espropri, necessari per consentire l'apertura del cantiere. L'obiettivo è iniziare i lavori all'inizio del prossimo anno».

Il progetto per il ripristino della strada provinciale 26 di Samone nel tratto a La Fratta, dove attualmente si circola a senso unico alternato con divieto ai mezzi pesanti (escluso il trasporto pubblico), prevede la completa ricostruzione della strada franata con opere di sostegno a valle: un intervento particolarmente complesso (il costo complessivo sarà di oltre 300 mila euro) vista anche l'elevata pendenza del versante.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
23/11/2009
Numero
1221
Ora
18
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: lunedý 23 novembre 2009
data di modifica: lunedý 23 novembre 2009