News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 181 del 16/2/2007

sicurezza stradale\1 -nel 2007 un piano da 7,5 milioni

vignolese più larga, rotatorie e nuovi asfalti

Il lungo rettilineo della Vignolese tra il casello di Modena sud della Autosole e Spilamberto, uno dei tratti più congestionati e pericolosi della rete viaria provinciale, sarà allargato e messo in sicurezza con un intervento straordinario superiore ai quattro milioni di euro realizzato dalla Provincia di Modena. I lavori partiranno entro l’estate, come prevede la convenzione con la Regione firmata a Bologna nei giorni scorsi. Oltre all’allargamento sono previsti interventi di adeguamento e nuove rotatorie (vedi comunicato n. 182)

L’intervento fa parte di un Piano per la sicurezza stradale che prevede nel 2007 ulteriori interventi in diversi tratti della rete viaria provinciale per oltre  tre milioni di euro a cui si aggiungono altri 750 mila euro di contributi ai Comuni (vedi comunicato n. 183).

«Abbiamo posto il tema della sicurezza al primo posto – spiega Egidio Pagani, assessore provinciale alla Viabilità – negli interventi sulla rete di oltre mille chilometri di strade provinciali. Quest’anno prevediamo, tra le altre cose, l’ammodernamento dei guardrail e la sperimentazione di nuove tecnologie e dispositivi che, accompagnati da una maggiore consapevolezza da parte degli automobilisti sui rischi della velocità, possono contribuire a ridurre gli incidenti e il pesante bilancio in termini di morti e feriti che ogni anno dobbiamo registrare sulle strade modenesi».

La Provincia quest’anno investe 375 mila euro per completare la sostituzione e la realizzazione di nuovi guardrail nei tratti più pericolosi, poi sarà la volta delle zone con priorità più bassa per un investimento di oltre cinque milioni in cinque anni. 

Sulla provinciale 3 Giardini tra Maranello e Serramazzoni, inoltre, sarà realizzato, sempre quest’anno, un progetto sperimentale per la sicurezza dei motociclisti: saranno installate barriere protettive per attenuare l’impatto contro i guardrail in caso di scivolata. Come sottolinea Pagani «gli incidenti mortali di motociclisti sono aumentati in questi ultimi anni, con 18 morti nel 2005 rispetto ai 16 decessi dei biennio 2003-2004».

Sul problema della pericolosità della alberature la Provincia ha condotto un’indagine per valutare lo stato di salute delle piante poste ai lati delle principali arterie provinciali. Sono state individuate le cosiddette “piante morte in piedi” che saranno abbattute per evitare pericolosi cedimenti. Alcune piante, anche se in buon stato, saranno abbattute su segnalazione dei Comuni perché considerate pericolose per la circolazione in quanto ostacolano la visibilità in prossimità di incroci. Nessun danno per l’ambiente, però: la Provincia ha concordato con i Comuni di compensare l’abbattimento con la piantumazione di nuovi alberi in parchi e aree verdi cittadine. I comuni e le strade interessate da questi interventi sono Carpi, Finale, Mirandola e Spilamberto.

Nel 2007, dopo una fase sperimentale che ha riguardato la provinciale 413 tra Ganaceto e Lesignana e la sp 13 tra Campogalliano e Carpi, è prevista l’introduzione in diversi tratti della strade provinciali di speciali asfalti, denominati microtappeti a freddo, che migliorano l’aderenza e l’impermeabilità, ma soprattutto riducono gli spazi di frenata e l’effetto acquaplannig, migliorando la sicurezza. 

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
16/2/2007
Numero
181
Ora
11
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: venerdý 16 febbraio 2007
data di modifica: lunedý 19 febbraio 2007