News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2007 · Formazione

Comunicato stampa N° 1000 del 23/7/2007

formazione e lavoro, il programma 2007/2009\2

interventi su adattabilità, occupabilità e inclusione

Sono adattabilità, occupabilità e inclusione i tre assi di intervento nei quali si articola il Programma 2007/2009 per il sistema integrato dell’istruzione, della formazione professionale, dell’orientamento e delle politiche del lavoro definito dalla Provincia di Modena. Il contributo derivante dal Fondo sociale europeo ammonta a sette milioni e 160 mila euro annui, con una diminuzione di circa il 40 per cento rispetto allo stanziamento precedente. Un calo previsto, che va imputato all’allargamento dell’Unione europea e quindi a una diversa distribuzione delle risorse. Dai fondi nazionali (leggi 236/1993 e 53/2000) arrivano invece quasi due milioni di euro.

«Con il piano precedente abbiamo raggiunto l’obiettivo che era quello di mantenere i giovani nel sistema scolastico almeno fino ai 16 anni – spiega Silvia Facchini, assessore provinciale all’Istruzione – oggi puntiamo sostenere l’obbligo di istruzione fino a 16 anni e a promuovere l’innalzamento delle competenze delle persone e delle imprese con politiche dell’istruzione e della formazione integrate con quelle di sviluppo locale, dell’economia e del welfare. L’obiettivo è uno sviluppo compatibile del territorio che concili l’innovazione con la coesione sociale, la crescita con la sostenibilità». E due sono le direzioni prioritarie delle politiche del lavoro, come aggiunge l’assessore provinciale Gianni Cavicchioli: «Il nostro compito è, da un lato, favorire il miglior raccordo tra chi genera il lavoro e chi lo cerca, utilizzando come strumento privilegiato i Centri per l’impiego che sono l’osservatorio migliore per monitorare l’evoluzione della domanda e dell’offerta. Dall’altro, investire molto sul fronte della sicurezza e della regolarità, stipulando con il mondo imprenditoriale un patto per la legalità contro il lavoro nero».

Nell’adattabilità, al quale sono destinati 5 milioni e 300 mila euro annui, rientrano le azioni per la qualificazione e la riqualificazione delle persone occupate (con particolare attenzione agli over 45, alle professionalità con bassa scolarità e ai lavoratori non subordinati), i servizi di ricollocamento nel mercato del lavoro delle persone espulse, la promozione della qualità, regolarità e sicurezza del lavoro, il sostegno al ricambio generazionale e l’accompagnamento dei processi di innovazione.

Nell’asse dell’occupabilità, in cui la provincia investe 2 milioni e 470 mila euro, rientrano il potenziamento dei servizi per l’impiego, l’obbligo formativo e i percorsi integrati, la formazione per l’inserimento e il reinserimento lavorativo, il sostegno alla conciliazione e all’imprenditorialità femminile.

Nell’ambito dell’inclusione, finanziata con un milione e 400 mila euro, rientrano invece le opportunità formative per l’inserimento e il reinserimento lavorativo di giovani e adulti in condizione di svantaggio.

I tre assi di intervento provinciali si integreranno con quelli relativi al capitale umano e alla transnazionalità che saranno di esclusiva programmazione regionale.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
23/7/2007
Numero
1000
Ora
17
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: lunedý 23 luglio 2007
data di modifica: lunedý 23 luglio 2007