News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 147 del 09/02/2006

camposanto, la provincia finanzia la tangenziale
quattro milioni di euro, sarà lunga oltre due km

Quattro milioni di euro per la tangenziale di Camposanto. E’ questa, insieme ai fondi per l’acquisto della caserma Fanti a Modena per farne sede di uffici, una delle novità principali del bilancio 2006 della Provincia.

L’opera partirà dalla strada provinciale 2 Panaria bassa, per intersecare la strada provinciale 5 di Cavezzo, fino a raggiungere la strada provinciale 568 di Crevalcore per complessivi due chilometri e 200 metri.

"Questo intervento – spiega Egidio Pagani, assessore provinciale alla Viabilità – permette di liberare il centro abitato da consistenti quote di traffico, soprattutto pesante, migliorando la qualità della vita dei residenti; inoltre potremo riorganizzare la viabilità di collegamento tra Modena e Bologna che in questa zona è particolarmente critica".

La tangenziale sarà larga 10 metri con tre ampie rotatorie: sulla provinciale 2 Panaria bassa, sulla provinciale 5 di Cavezzo a circa 500 metri dal centro di Camposanto e sulla strada provinciale 568 verso S.Felice sul Panaro.

Le caratteristiche dell’opera sono già state definite nel progetto preliminare del Comune: una corsia per senso di marcia di marcia larga 3,75 metri con velocità massima a 90 chilometri orari, due rotatorie a raso larghe 50 metri per garantire scorrevolezza e sicurezza e una carreggiata di oltre 10 metri con banchine laterali.

Con l’approvazione del finanziamento può partire il progetto definitivo con l’obiettivo di aprire il cantiere entro la fine del 2007 e concludere i lavori nel 2009.

Il progetto fa parte di un piano della Provincia per decongestionare diversi centri abitati assediati dal traffico soprattutto pesante; saranno realizzate nuove tangenziali, oltre a Camposanto, a Cavezzo (1,5 milioni di euro), a Marano (1,8 milioni) e sarà completata la tangenziale di Finale Emilia (5 milioni di euro, in questo caso i lavori sono già iniziati). Fa parte del piano anche il prolungamento di un pezzo della Pedemontana (da Pozza a Solignano) e la tangenziale di Nonantola (30 milioni), opera ereditata dall’Anas. Nelle prossime settimane, spiega ancora Pagani, "apriranno la nuova tangenziale di Pievepelago, manca solamente la
segnaletica, e quella di Zocca".

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
9/2/2006
Numero
147
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: giovedý 9 febbraio 2006
data di modifica: venerdý 17 marzo 2006