News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2006 · Sociale e salute

Comunicato stampa N° 1592 del 28/11/2006

lotta all’aids\4 – i dati: fenomeno stabilizzato

infezioni da hiv: sono 54 i nuovi casi nel 2005

Nel 2005 sono stati notificati all’Osservatorio provinciale sull’infezione Hiv   54 nuovi casi di infezione da Hiv (38 uomini e 16 donne) in adulti residenti in provincia di Modena. Il dato negli ultimi tempi si è stabilizzato.

La trasmissione dell’infezione da Hiv, infatti, è andata progressivamente modificandosi: attualmente avviene principalmente per via sessuale (89 per cento), due volte su tre attraverso rapporti eterosessuali che rappresentano da soli il 66 per cento dei nuovi casi dell’ultimo triennio. Parallelamente si è fortemente ridotta la via di trasmissione legata allo scambio di siringhe infette tra i tossicodipendenti, circa il 7 per cento nell’ultimo triennio. 

I cambiamenti nelle modalità di trasmissione dell’infezione da Hiv registrati  fanno superare il concetto di “categorie di rischio” utilizzato impropriamente nel passato. Ora – sottolineano  gli esperti dell’Osservatorio – è quindi determinante e necessario parlare di “comportamenti a rischio” indipendentemente dall’appartenenza a questa o quella categoria.

Considerando l’intero periodo di attività dell’Osservatorio, al 31 dicembre 2005 il numero totale di notifiche è stato di 1.789, di cui 71 per cento uomini e 29 per cento donne. Il maggior numero di casi è stato registrato in provincia di Modena nella seconda metà degli anni ’80 per poi diminuire progressivamente e assestarsi su circa 60 nuovi casi all’anno nell’ultimo triennio. Un altro fenomeno che ha subito cambiamenti nel corso degli anni è l’aumento costante dell’età al momento della segnalazione che è passata da un'età mediana per gli uomini di 23 anni nel 1985 a 38 anni nel 2005; e per le donne rispettivamente da 22 a 33 anni.

L’aumento dell’immigrazione da paesi extra-comunitari ha avuto, anche nel nostro territorio, ripercussioni sull’andamento dell’infezione: si è così osservato un progressivo aumento del numero di notifiche di sieropositività tra gli stranieri, che rappresentano la metà dei casi nel 2005 (41 per cento nell’ultimo triennio).

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
28/11/2006
Numero
1592
Ora
13
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: martedý 28 novembre 2006
data di modifica: martedý 28 novembre 2006