News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2006 · Sociale e salute

Comunicato stampa N° 990 del 26/07/2006

coop sociali, i dati dell’osservatorio provinciale\2

metà degli appalti per servizi ad anziani e infanzia

Servizi per l’infanzia e per gli anziani guidano la classifica. Il dato emerge dal monitoraggio dei 49 appalti assegnati alle cooperative sociali nel corso del 2005. Gli affidamenti sono stati effettuati per la maggior parte dai Comuni con 36 aggiudicazioni, sei dall’Azienda Usl, due dalla Provincia di Modena, due dalle Unioni dei Comuni, due dal Coiss e uno dell’Azienda ospedaliera del Policlinico.

Al primo posto della classifica dei settori di affidamento dei servizi in gestione alle cooperative si trova l’area dell’infanzia con 14 affidamenti (pari al 29 per cento del totale), seguita dai servizi per gli anziani con 10 affidamenti (20 per cento), l’handicap con nove (18 per cento); anziani e handicap, handicap e servizi all’infanzia ed extracomunitari con sette affidamenti (14 per cento); psichiatria con due affidamenti, altri servizi con sette incarichi. Come si può notare i servizi all’infanzia e gli anziani coprono la metà degli affidamenti.

Per quanto riguarda invece gli importi del 2005, risulta che le somme maggiori sono state spese per i servizi agli anziani. Su un importo complessivo di 59 milioni di euro, infatti, in questo settore sono stati impiegati oltre 24 milioni di euro (41 per cento del totale). Seguono l’area handicap con 15,5 milioni di euro, l’infanzia con sei milioni, e i servizi per gli extracomunitari con una spesa di cinque milioni di euro.

Analizzando i dati secondo gli ambiti territoriali dei distretti sanitari, emerge come il 60 per cento dell’importo totale assegnato l’anno passato si concentri nel distretto di Modena, seguito dai distretti di Mirandola, Sassuolo e Vignola (ognuno con un nove per cento sul totale degli affidamenti) poi il distretto di Castelfranco Emilia ( otto per cento).

Dall’analisi dell’Osservatorio emerge inoltre che la metà delle cooperative ha sede nel capoluogo, seguono Carpi con sette cooperative, Sassuolo con cinque, Formigine con tre e Maranello e Pavullo con due cooperative ciascuno. In altri otto comuni troviamo una sola cooperativa: Bomporto, Camposanto, Finale Emilia, Mirandola, Serramazzoni, Soliera, Spilamberto e Vignola.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
26/7/2006
Numero
990
Ora
15
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: mercoledý 26 luglio 2006
data di modifica: mercoledý 26 luglio 2006