News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2006 · Sociale e salute

Comunicato stampa N° 989 del 26/07/2006

coop sociali, i dati dell’osservatorio provinciale\1

un universo di 64 imprese con oltre 3000 addetti

Trend ancora in espansione per le cooperative sociali sia in termini di numero di aziende che di addetti. Lo dice il secondo Rapporto dell’Osservatorio provinciale sulla Cooperazione sociale, curato dalla Provincia di Modena e da Promo. Da esso emerge che, alla data del 1 gennaio 2006, sono 64 le cooperative sociali iscritte all’apposito Albo provinciale, nove in più rispetto all’anno precedente. Le cooperative si occupano soprattutto di servizi di assistenza alle persone anziane e all’infanzia, attraverso l’affidamento del servizio in gestione da parte di Comuni, Ipab e aziende sanitarie. Dal punto di vista economico si tratta di un settore che nel 2005 ha potuto contare su 49 appalti per oltre 59 milioni di euro (comunicato n.990).

«I dati del 2005 confermano la crescita del settore – sottolinea  l’assessore provinciale alle Politiche sociali Maurizio Guaitoli – ancora più importante in una situazione economica generale non brillante. Lo sviluppo delle cooperative sociali dovrà essere coordinato e governato per continuare a garantire i livelli di assistenza e qualità dei servizi elevati, specie ora che diminuiscono le risorse pubbliche. Si tratta di una sfida che vogliamo cogliere assieme a tutti i soggetti che ogni giorno si impegnano nel meritorio campo dell’assistenza, un’azione che va sostenuta con tutte le forze disponibili. A ottobre – annuncia Guaitoli – presenteremo anche l’analisi economica dettagliata di questo settore dalla quale emergono dati interessanti, ma anche questioni problematiche, come l’aumento dell’esposizione finanziaria delle cooperative, dovuta ai lunghi tempi di pagamento delle stazioni appaltanti».

Dall’analisi risulta che il 43 per cento delle cooperative gestisce servizi socio-assistenziali, sanitari ed educativi, il 34 per cento svolge attività diverse finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, mentre il restante 23 per cento è composto dai Consorzi e dalle cooperative miste, quelle che possiedono entrambi i caratteri delle precedenti. I Consorzi presenti sul territorio sono ora tre, mentre nel 2004 erano due.

I lavoratori occupati a tempo pieno sono il 50 per cento del totale, mentre il 34 per cento dei lavoratori è impiegato a tempo parziale. I lavoratori svantaggiati sono oltre 260. In base ai dati forniti dall’Inps il numero di addetti delle cooperative sociali risulta pari a 3.011 unità, a fronte delle 2.600 dell’anno precedente (più 15 per cento). Più della metà delle cooperative risulta avere meno di dieci addetti, mentre circa un quarto ne ha tra 11 e 20.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
26/7/2006
Numero
989
Ora
13
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: mercoledý 26 luglio 2006
data di modifica: mercoledý 26 luglio 2006