News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2005 · Agricoltura

Comunicato stampa N° 1426 del 17/10/2005

da sabato 22 ottobre la 14ª sagra del tartufo \ 1
kermesse a montefiorino tra cultura e gastronomia

Una "sei giorni" del tartufo. Prenderà il via sabato 22 ottobre a Montefiorino, infatti, la 14ª edizione della sagra, una grande kermesse dedicata al prelibato e prezioso fungo sotterraneo che si celebra tra le valli dei torrenti Dolo e Dragone. Un appuntamento da non perdere per i cultori di questo cibo così raro e anche costoso. Ma anche una festa popolare che segna la riscoperta delle tradizioni, della cultura e della storia della gente di montagna. E che l’anno scorso ha visto decollare il marchio di tutela, strumento per salvaguardare e valorizzare il prodotto di questa zona dell’Appennino e insieme garanzia di qualità per il consumatore.

La manifestazione è organizzata dalla Comunità montana Modena ovest in collaborazione con il Comune di Montefiorino, la Provincia di Modena, il Gal Antico Frignano e Appennino reggiano e l’associazione "Città del tartufo". L’apertura dell’area espositiva del mercato del tartufo e dei prodotti tipici locali è prevista per le 11 di sabato 22 ottobre e già a mezzogiorno saranno in funzione gli stand gastronomici di piazza Europa. L’inaugurazione ufficiale della sagra è invece prevista per le 15,30 con esibizione nelle vie del paese della banda musicale. Per pranzo e cena nei ristoranti convenzionati si propone il menù "A tavola con il Re tartufo" che, ad esempio, permette di gustare tagliolini, tagliatelle, tortelloni, omelette e sformati vari impreziositi dall’inconfondibile profumo del fungo sotterraneo per la cui ricerca nel modenese sono impegnate oltre 400 persone (comunicato n. 1427).

La sagra continuerà nelle giornate di domenica 23 ottobre, sabato 29 ottobre, domenica 30 e lunedì 31 ottobre, martedì 1 novembre (comunicato n. 1428). Domenica 23 ottobre sarà presentato anche il libro "Appennino modenese, terre da tartufo", pubblicato a cura dell’assessorato provinciale all’Agricoltura e all’alimentazione (comunicato n. 1429). E’ da tempo che la Provincia è impegnata sulla promozione del tartufo. Già nel lontano 1989 fu predisposto un programma di sperimentazione e divulgazione che prevedeva in primo luogo l’approfondimento delle conoscenze scientifiche e una ricognizione sul territorio. E’ sulla base di questi studi che quello stesso anno presero avvio sei tartufaie sperimentali a cui nel 1997 ne seguirono altre tre all’interno del Parco di Santa Giulia di Monchio di Palagano.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
17/10/2005
Numero
1426
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: lunedý 17 ottobre 2005
data di modifica: lunedý 20 febbraio 2006