News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2004 · Agricoltura

Comunicato stampa N° 1015 del 18/10/2004

da sabato 23 ottobre la 13ª sagra del tartufo \ 5
la ricerca: per il cane serve buon fiuto addestramento

Non c’è tartufaio senza un cane come fedele compagno nelle escursioni nei boschi. Instancabile nella ricerca, grande sensibilità nel percepire con l’olfatto la minima traccia del tipico profumo del tartufo e grande delicatezza nelle operazioni di scavo: sono queste le doti che deve possedere il cane al quale, dopo un meticoloso addestramento, non è chiesto solo di rintracciare i preziosi tuberi, ma anche di rimuovere delicatamente il terreno per mettere in luce il tartufo maturo, pronto per essere raccolto.

Si favoleggia che per cani particolarmente in gamba i tartufai siano disposti a pagare cifre esorbitanti. E questo anche se i cani più adatti a questo compito sono comuni meticci: l’importante e individuare quelli naturalmente predisposti a fiutare l’odore del tartufo e con un po’ di pazienza addestrarli alla ricerca. Le razze più indicate sono il Border Collie, lo spinone italiano e il Lagotto Romagnolo ovvero animali estremamente resistenti e con buone capacità di apprendimento.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
18/10/2004
Numero
1015
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: lunedý 18 ottobre 2004
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005