News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Comunicato stampa N° 856 del 11/08/2003

lavoro, con "sare" meno burocrazia per le imprese
già 5 mila comunicazioni "on line" ai centri impiego

Le pratiche burocratiche per l’assunzione dei lavoratori dipendenti, a pochi mesi dall’avvio della sperimentazione, a Modena si svolgono ormai per circa il 10 per cento per via telematica. "Ma a settembre saremo già al 30 per cento per giungere al 75 entro l’anno quando, cioè, ogni quattro pratiche tre viaggeranno "on line" riducendo tempi e costi di un servizio importante per le imprese" annuncia Giorgio Razzoli, assessore provinciale alle Politiche del lavoro, facendo il bilancio del progetto Sare (Semplificazione amministrativa in rete) che rende trasferibili in via telematica ai Centri per l’impiego i dati dei lavoratori attraverso la rete dai datori di lavoro, delle associazioni di categoria, dei consulenti del lavoro e delle società interinali.

Oltre agli avviamenti, il nuovo servizio si occupa anche di cessazioni, trasformazioni e proroghe per un totale nel modenese di circa 110 mila pratiche all’anno. Alla fine luglio Sare ha superato la soglia delle 5 mila comunicazioni da inizio anno con un crescendo continuo man mano che nuovi soggetti sono entrati nel sistema: dalle 38 pratiche di gennaio, quindi, si è passati alle 1450 di giugno e alle oltre 2000 di luglio quando, praticamente, una su dieci è stata svolta in via telematica. I maggiori utenti sono i consulenti del lavoro (sono più di 60 quelli che già aderiscono al sistema) insieme alle società di lavoro interinale e ad alcune importanti realtà aziendali. "Ma in questi giorni diventano operative le convenzioni per gli avviamenti con Lapam e Cna – spiega Razzoli – e la crescita costante della diffusione dell’utilizzo dimostra che lo strumento ha incontrato il favore degli utenti grazie ai vantaggi che offre: tempi di esecuzione ridotti fino al 70 per cento, coerenza e omogeneità dei linguaggi, meno margini di errore, trasmissione di informazioni corrette, coerenti e tempestive".

Il progetto regionale, con 500 aziende convenzionate in Emilia Romagna, è sviluppato dalla Provincia di Modena in collaborazione con il Comitato unitario delle professioni e il Consiglio provinciale dei consulenti del lavoro. "E ora, visto che funziona, perché non fare di Sare lo strumento di supporto per le comunicazioni ai Centri per l’impiego di tutta Italia?" suggerisce Razzoli, rivolgendosi al ministero, nella prospettiva dell’entrata in vigore delle nuove disposizioni che prevedono la semplificazione delle procedure, con la definizione di un modello unico per tutti i tipi di comunicazione, ma anche l’aumento dei flussi (comunicazioni per altri soggetti, come gli atipici) e la disposizione dell’invio contestuale (entro un giorno contro gli attuali cinque). Lo strumento, inoltre, potrebbe essere utilizzato che per i rapporti con Inps e Inail.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
11/8/2003
Numero
856
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: lunedý 11 agosto 2003
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005