News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2003 · Pari opportunitÓ

Comunicato stampa N° 1310 del 14/11/2003

sportelli informadonna in altri sei comuni \ 3
scheda: con la rete anche informazioni a portata di clic

La condizione delle donne italiane è oggi migliore rispetto al passato, sia dal punto di vista economico-sociale, sia dei percorsi personali, familiari, procreativi e di accesso alla formazione, permane tuttavia per molte donne, anche a causa del minore potere nella gestione delle risorse comuni e della pluralità dei ruoli che sono chiamate a svolgere nella società, la difficoltà nel disporre di mezzi che possono favorire il raggiungimento di uno stato sociale soddisfacente e di successo: pari opportunità, conciliazione dei tempi di vita e lavoro, valorizzazione nel lavoro, accesso alle informazioni, consapevolezza dei propri diritti. Per superare questi ultimi ostacoli serve l’aiuto di strumenti nuovi, integrati, trasversali e attenti alle necessità e alla richieste delle donne, basati cioè su una visione di genere che tiene conto delle diverse esigenze tra i sessi e, in base a questa, capaci di fornire risposte diversificate.

Va in questa direzione l’accordo siglato nell’autunno 2002 da trenta soggetti modenesi (tra cui Provincia di Modena, Amministrazioni comunali, organizzazioni sindacali, associazioni delle donne, comitati e commissioni Pari opportunità, Consigliere di parità, istituzioni del territorio) all’interno del progetto "Rete Pari Opportunità provincia di Modena", finanziato dalla Provincia nell’ambito del Fondo sociale europeo (rif. P.A. 2002 380/Mo) e promosso dal Centro documentazione donna di Modena in collaborazione con i comuni modenesi di Finale Emilia, Fiorano Modenese, Formigine, Maranello, Sassuolo, Savignano sul Panaro.

L’accordo ha previsto l’impegno di tutti i soggetti della Rete per la creazione di nuovi strumenti informativi rivolti alle donne che intendono perseguire lo sviluppo delle pari opportunità attraverso la valorizzazione delle proprie competenze di genere e che cercano risposte utili a favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e il miglioramento della qualità della vita di donne e uomini.

Tra le prime attività nate all’interno di questo percorso comune, si è registrata la creazione di una banca dati sulle opportunità fruibili a Modena e provincia dalle donne – attività formative, informative, azioni positive e servizi –, costantemente aggiornata attraverso un continuo scambio tra i soggetti interessati e consultabile attraverso il sito InformaDonna, per l’implementazione dello sportello InformaDonna di Modena del Centro documentazione donna. La base della banca dati è stata costruita partendo del patrimonio di conoscenze messe in comune dalle diverse rappresentanze della Rete su alcune aree tematiche fondamentali quali: normativa e giurisprudenza sulle pari opportunità; politiche del lavoro; formazione e orientamento professionale rappresentanza politico-istituzionale ed empowerment; storia e memoria delle donne; aspetti della vita culturale, sociale e politica in generale.

La creazione della Rete provinciale degli sportelli InformaDonna con l’apertura dei sei nuovi servizi informativi dedicati alle donne e dotati di un servizio di accoglienza e consulenza diretta, su appuntamento e on line, conclude anche la seconda fase dell’intervento. Questa operazione ha previsto il trasferimento su vasta scala delle esperienze e dei nuovi modelli di gestione e diffusione dell’informazione sperimentati attraverso lo Sportello InformaDonna di Modena del Centro documentazione donna, che ha avuto la funzione di cabina di pilotaggio per l’intera struttura della Rete.

Insieme al numero degli sportelli InformaDonna si moltiplica anche il servizio reso dal sito InformaDonna che ora diventa una rete (www.reteinformadonna.it). Attraverso il nuovo sito, che ospita tutte le informazioni sulla Rete provinciale Pari opportunità e sui soggetti che ne fanno parte, si può accedere ai sette sportelli, compreso quello di Modena, e alla banca dati provinciale dei servizi e delle azioni positive che raccoglie tutte le notizie sulle opportunità presenti nella provincia.

Il nuovo intervento ha previsto un aggiornamento della Banca dati esistente con la realizzazione di due nuovi censimenti dei servizi e delle azioni positive sul territorio provinciale dei soggetti aderenti alla rete. Tra i servizi segnalati molti si rivolgono a bambine e bambini, anziane e anziani e persone non autosufficienti, mentre tra le iniziative di promozione delle Pari opportunità si segnalano attività quali: conferenze, convegni, dibattiti, corsi, flessibilità degli orari, conciliazione dei tempi, congedi e permessi, percorsi di orientamento, formazione, aggiornamento e riqualificazione, sperimentazione nuovi servizi, ricerche, pubblicazioni, sostegno ad associazioni.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
14/11/2003
Numero
1310
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: venerdý 14 novembre 2003
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005