News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2003 · Pari opportunitÓ

Comunicato stampa N° 177 del 22/02/2003

pari opportunità, approvata la modifica costituzionale
diazzi:"finalmente sancita l’eguaglianza uomini e donne"

"La modifica all’articolo 51 della Costituzione sancisce di fatto il passaggio dall’eguaglianza formale a quella sostanziale fra donne e uomini nelle cariche pubbliche". Lo afferma Morena Diazzi, assessore provinciale alle Pari opportunità, commentando l’approvazione, giovedì 20 febbraio, da parte del Senato, della modifica che introduce nella Costituzione il concetto delle pari opportunità tra donne e uomini.

Al dettato costituzionale, "tutti i cittadini dell’uno e dell’altro sesso possono accedere agli uffici pubblici", viene ora aggiunta l’affermazione: "A tal fine la Repubblica promuove con appositi provvedimenti le pari opportunità tra donne e uomini".

Per Diazzi si tratta di riforma importante, avviata dal Centro sinistra e completata con un voto molto esteso di tutte le forze politiche, che apre una stagione nuova, proprio in occasione del dibattito sul nuovo statuto regionale e sulla nuova legge elettorale.

In Italia le donne che siedono in Parlamento non arrivano al 10 per cento (11 per cento alla Camera, 8 per cento al Senato). La situazione non migliora nei consigli regionali e nelle Giunte, né nelle cariche di primo cittadino e anche a livello europeo mostra una presenza di donne sui parlamentari italiani di appena l’11,5 per cento contro una media europea del 34 per cento.

"Occorre ora trovare quei meccanismi – sottolinea Diazzi - affinché questo principio costituzionale si traduca in una rappresentanza femminile adeguata e coerente con il ruolo che le donne svolgono all’interno della società, nella vita familiare ma anche in quella professionale e imprenditoriale. Si tratta di fatto di riformare in modo significativo il rapporto fra società, politica e rappresentanza nelle istituzioni"

Un impegno che – sostiene Diazzi - dovrà coinvolgere anche la Provincia di Modena, con l’avvio di azioni positive concrete, quali il rispetto delle pari opportunità di accesso alle nomine di competenza dell’ente e l’attività di formazione e sostegno delle donne alla vita politica e amministrativa.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
22/2/2003
Numero
177
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: sabato 22 febbraio 2003
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005