News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2003 · Istruzione

Comunicato stampa N° 397 del 24/04/2003

in servizio civile come tutor per ragazzi con handicap \ 1
si cercano 20 volontari per l’integrazione scolastica

Un anno accanto a un ragazzo disabile, 25 ore alla settimana come volontario in servizio civile, per aiutarlo nell’integrazione scolastica e sociale. E’ la proposta del "Progetto tutor" rivolta a ragazze e ragazzi tra i 18 e i 26 anni, un’iniziativa sperimentale a carattere provinciale che riguarda le scuole superiori dove già da alcuni anni a Modena è stata introdotta questa figura di sostegno per studenti in situazione di handicap.

I posti a disposizione sono venti, il bando è stato predisposto dall’assessorato all’Istruzione del Comune di Modena e per i ragazzi che verranno selezionati è previsto un compenso lordo di 433,80 euro al mese. Le domande devono essere presentate entro lunedì 12 maggio al Comune di Modena. Il progetto parte dal 3 giugno. Informazioni: tel. 059 206777 oppure: www.comune.modena.it/informagiovani/serviziocivile.shtml.

"Il tutor, che nell’esperienza sviluppata a Modena fino a oggi è spesso un ex studente che svolge attività di volontariato nella propria scuola, non ha compiti riconducibili alla didattica o all’assistenza specializzata – spiega Claudio Bergianti, vice presidente della Provincia e assessore all’Istruzione – ma si caratterizza come un "quasi coetaneo" che instaura con lo studente un rapporto di tipo amicale per aiutarlo nell’integrazione scolastica e nell’acquisizione di maggiore autonomia personale".

Informazioni possono essere richieste anche ai co-promotori del progetto: Provincia di Modena, Unione dei Comuni "Terre dei Castelli" presso il Comune di Vignola e i Comuni capidistretto di Carpi, Castelfranco, Mirandola, Sassuolo e Pavullo.

Il progetto sperimentale per impiegare come tutor volontari in servizio civile, infatti, è stato definito dal Collegio di vigilanza, l’organismo di controllo sull’applicazione dell’Accordo provinciale di programma per l’integrazione degli allievi in situazione di handicap siglato nel maggio 2001 dalla Provincia, da tutti i Comuni, dal Provveditorato e dall’Azienda Usl.

"La figura del tutor per ragazzi con handicap è presente da anni nelle scuole superiori - racconta l’assessore all’Istruzione del Comune di Modena Morena Manfredini - e svolge un’attività apprezzata dagli studenti, dagli insegnanti e dalle famiglie. Per questo, attraverso il bando, vorremmo sperimentare nuove formule per ampliare l’esperienza. Del resto, il Comune di Modena si occupa di integrazione di bambini e ragazzi con handicap sin dall’asilo nido e investe ogni anno circa due milioni di euro su questo terreno".

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
24/4/2003
Numero
397
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: giovedý 24 aprile 2003
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005