News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2002 · ViabilitÓ

Comunicato stampa N° 1350 del 14/12/2002

frane - a rischio chiusura la sp 32 di frassinoro
la decisione nel pomeriggio, tutti i percorsi alternativi

Si sta valutando la possibilità di chiudere al traffico la strada provinciale 32 in località Lezza nuova di Frassinoro. La decisione sarà presa dalla Provincia nel tardo pomeriggio di oggi, sabato 14 dicembre, dopo una nuova verifica tecnica sulla effettiva percorribilità della strada danneggiata da una frana che scende da monte Modino.

Dopo la chiusura nei giorni scorsi, sempre a causa di una frana, della sp 486, si potrebbe interrompere un altro asse viario fondamentale per i collegamenti dell’Appennino ovest.

La Provincia di Modena ha intanto già individuato gli eventuali percorsi alternativi che saranno segnalati in zona: tra Montefiorino e Sassatella (in by pass della sp 486) le autovetture potranno percorrere, appena oltre la località Formica la strada comunale Lago-Medola-il Sasso, da dove si potrà riprendere la sp 486, immediatamente oltre la frana; dal lato di Frassinoro il traffico sarà deviato in direzione di Pietravolta, poi lungo la Fondovalle Dolo; sarà adeguato – con interventi urgenti – anche un altro percorso alternativo, sempre solo per autovetture, lungo la strada di crinale Venani-Caselle-La Verna che parte dal centro di Frassinoro.

I mezzi pesanti dovranno invece percorrere la comunale Fondovalle Dolo: per chi sale da Montefiorino a partire da Rubbiano, mentre per chi scende da Frassinoro a partire da Pietravolta. Al confine con la Toscana, da lunedì 16 dicembre, il traffico pesante proveniente da Lucca verrà deviato, in località Imbrancamento, sulla sp 324 del Passo della Radici.

Anche l’Atcm sta studiando percorsi alternativi per il trasporto pubblico, soprattutto di studenti e lavoratori pendolari.

Continuano, intanto, i lavori sulla frana di Lezza nuova per evitare danni alla conduttura dell’acquedotto del Dragone. Nella notte tra venerdì 13 e sabato 14 dicembre la conduttura ha subito gravi danni; i tecnici del consorzio del Dragone stanno lavorando per ripristinare il collegamento, presumibilmente entro le ore 16 di sabato 14 dicembre; mentre si lavora i rifornimenti di acqua in una vasta zona dell’Appennino sono assicurati tramite condutture e depositi locali.

La conduttura danneggiata dalla frana alimenta i comuni di Montefiorino, Palagano, Polinago, Serramazzoni, Frignano e in parte a Pavullo e Lama Mocogno.

E’ stazionaria la situazione frana sul Rossenna, parzialmente ostruito da una frana in località Minello; la briglia sul Rossenna a protezione del ponte di Minello ha subito gravi danni.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
14/12/2002
Numero
1350
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: sabato 14 dicembre 2002
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005