News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2002 · ViabilitÓ

Comunicato stampa N° 1344 del 13/12/2002

frassinoro, la frana di lezza nuova verso la sp 32
saranno le strade comunali a garantire la viabilità

Individuati eventuali percorsi alternati per ridurre i disagi al traffico nel caso in cui una frana interrompa la transitabilità della strada provinciale Sp 32 in località Lezza Nuova, in Comune di Frassinoro. Saranno strade comunali a costituire il percorsi alternative alle arterie provinciali interrotte.

La frana continua a scendere, da Monte Modino, verso valle, in direzione della Sp 32 che ha iniziato a presentare numerose fessurazioni e rigonfiamenti sull’asfalto. Molto materiale si sta accumulando sui fianchi della frana che ne ricarica la parte centrale. Se la frana però se dovesse interessare la provinciale 32 – interrompendola come già accadde nel 1998 – si creerebbero notevoli disagi per il comune di Frassinoro e tutte le comunità dell’alto Appennino modenese occidentale. Infatti, oggi la provinciale Sp 32 costituisce l’unica via di collegamento tra Montefiorino e Passo delle Radici dopo la chiusura, a causa di un’altra frana, della Sp 486.

In una situazione di emergenza due sono le strade comunali alternative: dal lato di Montefiorino (in by pass della Sp 486) la Medola-Lago mentre dal lato di Frassinoro sarà adeguata – con interventi urgenti di manutenzione – la strada di crinale Venani-Caselle-La Verna. I mezzi pesanti dovranno invece percorrere la comunale Fondovalle Dolo. Al confine con la Toscana il traffico pesante proveniente da Lucca verrà deviato sulla Sp 324 Passo Brasa: una apposita segnaletica, predisposta dalla Provincia di Lucca e dalla Provincia di Modena indicherà le modalità di percorrenza degli automezzi pesanti. Anche l’Atcm sta studiando percorsi alternativi per il trasport pubblico soprattutto di studenti e lavoratori pendolari.

Sulla frana di Lezza Nova sono in corso continui lavori di alleggerimento con le ruspe del carico di terra che si deposita sulle condotte idriche dell’acquedotto del Dragone nonché interventi di regimentazione di acque superficiali per ridurre il carico sulla frana. Una rottura potrebbe causare l’interruzione momentanea del rifornimento di acqua dei Comuni di Montefiorino, Palagano, Polinago, Serramazzoni, Prignano e in parte di Pavullo e Lama Mocogno.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
13/12/2002
Numero
1344
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: venerdý 13 dicembre 2002
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005