News

Comunicati Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: News | · Comunicati Stampa · 2002 · ViabilitÓ

Comunicato stampa N° 386 del 13/04/2002

buche nelle strade, soprattutto ex statali
interventi oggi e domani, cautela nella circolazione

Dopo le piogge nei giorni scorsi, che hanno creato numerose buche nei manti stradali, soprattutto di alcune ex statali, le squadre di cantonieri della Provincia di Modena sono all’opera per interventi di ripristino. Si raccomanda, comunque, cautela nella circolazione.

Gli interventi, che proseguono anche domenica mattina, riguardano in particolare la Pedemontana; la provinciale 413 Carpi – Modena; la 468 tra Medolla, San Felice e Finale; la 486 tra Casinalbo e Sassuolo. Le squadre di cantonieri (due nell’area di Modena, una a Carpi e una nella Bassa) intervengono chiudendo le buche con conglomerato plastico invernale che consente interventi rapidi.

Le piogge di questi giorni hanno evidenziato gli effetti del gelo invernale su di una pavimentazione degradata e fessurata per la quale, comunque, sono in programma lavori di manutenzione per i quali la Provincia ha stanziato sei milioni e 800 mila euro (oltre 13 miliardi di lire) con un piano di interventi che impegna tutto il 2002. I primi lavori sono già stati assegnati per 630 mila euro a cui si aggiungono 145 mila euro per far fronte alle potature e interventi sulle cortine alberate a fianco alle strade.

"Vogliamo evitare che si ripeta il fenomeno delle buche alle prime piogge – spiega l’assessore alla Viabilità Andrea Casagrande – e abbiamo accompagnato il passaggio delle strade Anas a una specifica programmazione di lavori che tiene conto sia dello stato di degrado delle ex statali sia del lunghissimo periodo di gelate che ha caratterizzato l’inverno trascorso".

Dai precedenti 730 chilometri di strade, la Provincia, con il passaggio delle ex statali, gestisce dal 1 ottobre 2001 ben 1031 chilometri lineari. In termini di superficie, però, l’incremento è stato maggiore, circa del 50 per cento, passando da 4,5 milioni a 6,75 milioni di metri quadrati.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
13/4/2002
Numero
386
Ora
12
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: sabato 13 aprile 2002
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005